Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 16 luglio 2011

Vorrei chiedere al Presidente della Repubblica con quale coraggio si ritiene soddisfatto di una manovra, che strangola la popolazione e preserva la casta con privilegi contro natura. Con quale coscienza condivide che si continui a dissanguare una popolazione innocente, per alimentare le fauci di una cosca che ha ingoiato l’intero patrimonio comune. Con quale moralità accetta che venga posto un cappio intorno al collo della popolazione che rappresenta, senza muovere un dito contro chi la sta impiccando. A che serve un Presidente della Repubblica se non a difendere la popolazione? Come può tacere dinanzi alle dichiarazioni del capo del governo che arriva ad ordinare ai parlamentari di porsi contro la giustizia, per salvare dalla galera ladri e mafiosi rifugiati in Parlamento? Un Parlamento degradato al ruolo di covo della malavita! Sig. Presidente della Repubblica Lei è diventato il Presidente di un Paese incivile, senza regole né moralità e dove trova l’habitat ideale la feccia della società, che vive sulle spalle di una popolazione trasformata in bestie da soma, per consentire a queste cosche del potere di sfruttarla fino alla morte. E’ consapevole Signor Presidente che si sta trascinando la popolazione verso una guerra civile? Perché sarà guerra, se questo osceno modo di governare non viene fermato. Non si può continuare a crocifiggere la popolazione, alla quale viene imposto di sanare il bilancio sperperato da gente immonda e rassicurare chi ha provocato il disastro, che può continuare a farlo senza problemi. Questa cosca assassina sta sparando sui morti! Attenzione però, anche i morti ammazzati risusciteranno nel giorno del giudizio! In Francia nel 1789 nessuno poteva prevedere, che la popolazione potesse essere incazzata al punto, da fare quel che ha fatto! Allo stesso modo voi, non possedete il metro per poter misurare il grado di sopportazione del popolo italiano.
SAPPIATE CHE SIAMO INCAZZATISSIMI E NON NE POSSIAMO PIU’!

Annunci

Read Full Post »