Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2015

UN SILENZIO CHE PUZZA DI MORTE

Il silenzio degli intellettuali e il servilismo dei media stanno contribuendo all’uccisione della Democrazia nel nostro paese, oltre che rendersi complici di questa nuova forma di regime.
Si sta imponendo (tramite un intollerabile abuso di potere) una forma autoritaria di “governo”. Un governo di tipo padronale che forza le procedure, manipola il linguaggio, azzera le opposizioni, ignora i sindacati e irride l’opinione pubblica, al solo scopo di imporre delle vere e proprie contro-riforme, calpestando tutte le regole dettate nella Carta Costituzionale di cui si compone la nostra Democrazia. Un governo a senso unico che “impone” obbedienza ad un solo soggetto, dove è esclusa ogni forma di confronto, di discussione e solo perché “deve” essere il presidente del consiglio e solo lui, ad arrogarsi il potere decisionale, per cui del Parlamento e dell’opposizione non si tiene più conto.
Questa nuova forma di fascismo (non si può usare un nome diverso) intende sottomettere al potere esecutivo persino il potere Legislativo e Giudiziario: non è in questo modo che nascono le dittature?
Ogni contro-riforma (deleteria per i cittadini e favorevole ai poteri forti: banche mondiali, multinazionali e mafie) per davvero si possono chiamare riforme come si pretende e col silenzio approvare?
Purtroppo a rimetterci è sempre la classe lavoratrice, che diventa ogni giorno più povera e l’intera società civile, con la scomparsa della classe media e il fallimento delle piccole e medie imprese, mentre i giovani (privati del lavoro e del futuro) sono costretti ad emigrare in massa.
Avere un uomo solo al comando, circondato da questi ridicoli vassalli (zeri come li definiva Trilussa) suscita in tutti noi foschi ricordi di un passato terrificante. Roba da far tremar le vene e i polsi!
Inutile che questa gente tenta con ogni mezzo, di nascondere la deriva democratica cui stanno trascinando questo paese. Una dannosa e grottesca accozzaglia, una classe politica in preda a delirio di onnipotenza, non lascia dubbi: questi soggetti, coi loro metodi, mostrano (senza vergogna) il lato peggiore della loro (in)coscienza. Purtroppo in questa rovinosa progressione di abusi, vengono sostenuti da media venduti e immorali da non rendersi conto che questo lurido servilismo, mina profondamente la nostra già barcollante Democrazia. Il silenzio degli intellettuali, e dei personaggi di spicco del nostro paese, mostrano, tristemente, l’arroccamento della cultura ai tempi del fascismo.
Ci si chiede dov’è finita la responsabilità civile, sociale, politica ad essi affidata da donne e uomini coraggiosi che hanno lottato fino alla morte per consegnarci un paese democratico, dove l’arte, la scienza, la cultura e soprattutto la persona umana erano libere? Ora si vuole (o si accetta) il partito unico, il sindacato unico, il pensiero unico, quasi che gli esseri umani siano stampati in serie come bottiglie di plastica.
Fino a quando continuerete a far finta di nulla signori intellettuali? Quando voi giornalisti smetterete questo lurido servilismo al potere? Quando ritroverete la dignità di denunciare le oscenità di questi malati di mente, che blindati in quello che ormai è diventato un bunker inaccessibile, persino alla giustizia?

Annunci

Read Full Post »

L’ONESTA’ E’ UN CRIMINE

L’onestà è per davvero un crimine per la classe politica che vive e si alimenta nella disonestà, ed è per questo che si ritiene necessario combattere questa ”novità” con ogni mezzo, proibendone l’accesso dentro le istituzioni e di sparare su chiunque manifesti rispetto verso questa che, per lor signori è una bestemmia. Dunque per questa sottospecie umana, diventa di estrema necessita disintegrare il Movimento 5 Stelle, la cui genetica onestà, diventa la peggior nemica alla malavita istituzionale. E’ urgente trovare il modo per cacciare questi alieni dalle istituzioni, ne va della sopravvivenza della quasi totalità dell’attuale classe dirigente.
Dopo aver giurato fedeltà alla Costituzione ed averla poi usata come carta igienica, ora ne sbandierano l’applicazione di una norma, da utilizzare come complice per i loro crimini, tirando fuori un cavillo (fregandosene di tutti gli articoli mai rispettati) per cacciare a “norma di legge” quel Movimento che osa rivendicare il mancato rispetto delle leggi, che questa Carta Costituzionale imponeva e che i cittadini si erano dati. Calpestare le regole democratiche della Carta Costituzionale è per queste cosche, il miglior modo per sottomettere la popolazione e piegarla al ruolo di sudditi, se non incatenarli addirittura, come veri e propri schiavi. Una classe dirigente immorale, indecente, spudorata, priva di dignità al punto di mandare in rovina la propria nazione, pur di soddisfare la loro miserabile e patologica sete di potere.
Per quali ragioni il popolo italiano continua a dormire, lasciando nelle mani di questa banda di malviventi la propria vita e quella dei propri cari non si spiega. Qualsiasi popolo anche il più arretrato culturalmente, combatterebbe contro i propri nemici, mentre quel popolo di navigatori, artisti, musicisti, scrittori, partigiani, eroi e combattenti rimane in ginocchio e chiude gli occhi, piuttosto che spalancarli senza paura, nel nome e per conto della più sacrosanta ragione, per sterminarli. Siamo stati drogati in massa o siamo diventati dei veri dementi, da non capire più in quale inferno ci stanno trascinando?

Read Full Post »

CHI SONO I VERI RAZZISTI?

Gli italiani non sono razzisti anche se la classe politica sta facendo di tutto per costringerli a diventarlo. Non si tratta di razzismo se aumentano le proteste dei cittadini, contro una politica sorda e cieca. Una politica fine a sé stessa, di gente incapace, vuota, superficiale, priva di cultura, di umanità, di logica e dalla totale assenza di responsabilità. Ridicoli buffoni incapaci di rispondere ai bisogni seppur vitali della popolazione. Una politica che si occupa esclusivamente di rimanere al potere tramite un finto buonismo, per mascherare i crimini perpetrati ai danni della propria nazione e dei suoi abitanti. Un buonismo che fanno pagare alla popolazione perché essi si sono arroccati in un bunker, protetti da assurdi privilegi che li rende immuni a qualsiasi evento nefasto, per cui se ne fottono del crudele destino riservato agli abitanti di questo paese.
Dopo aver ceduto al potere finanziario la sovranità nazionale e monetaria all’insaputa dei cittadini, dopo averli venduti come merce ai mercati, dopo aver tolto alla classe lavoratrice ogni diritto, dopo averli privati del lavoro e quindi della dignità di persone, costringendoli ad elemosinare un giorno di lavoro sottopagato, dopo aver costretto la nostra migliore gioventù a fuggire lontano ad arricchire altre nazioni, ora si vorrebbe che quelli che sono rimasti accolgano con gioia l’esodo biblico di migliaia di disgraziati, massacrati da guerre feroci di nazioni spudorate, col solo scopo di depredarli delle loro ricchezze. E mentre queste vergognose nazioni abusando del loro potere, piegano e sottomettono nazioni disarmate, saccheggiandole e arricchendosi col sangue della povera gente, i nostri ridicoli buffoni che (s)governano la nostra nazione, costringono gli italiani a pagarne le conseguenze, accollando sulle loro spalle milioni di profughi, fregandosene di averli già ridotti in mutande, aumentandone sofferenze e privazioni.
I veri razzisti sono dunque questi immorali politicanti che invece di fare gli interessi dei propri cittadini, li condannano alla schiavitù. E’ questa loro indecente politica razzista, che cancella la Democrazia e tutte le regole che gli italiani si erano date, risuscitando quei vampiri (caporali) uccidendo la Democrazia in favore di una dittatura globale.
L’arrivo sulle nostre coste di milioni di disgraziati non può che scatenare una guerra fra disperati, perché è chiaro che ai tremendi disagi degli italiani, se ne sommano altri come la mancanza di lavoro, di case e di sicurezza.
E’ naturale la ribellione a queste politiche che consentono di sfruttare gli stranieri facendoli lavorare pressoché gratis, cosa che gli italiani non possono permettersi essendo oltretutto costretti a sborsare tasse da usura.
Far lavorare per cinque euro al giorno questi disgraziati, consente ai vampiri di aumentare i loro guadagni oltre che cancellare del tutto ogni possibilità di lavoro per gli italiani. Questa feroce forma di sfruttamento dell’uomo sull’uomo è un crimine che ricade interamente sulla classe politica, incapace di fermare questo lurido commercio di carne umana! E mentre lor signori non rinunciano neppure ad una minuscola parte dei loro privilegi, osano chiamare razzisti coloro che giustamente pretendono un lavoro retribuito e un’ abitazione popolare ma che, stando così le cose non avranno mai, dovendo competere alla pari con migliaia di rifugiati. Questa gente dimentica che le case popolari erano e sono di proprietà dei lavoratori italiani (pagate in quarant’anni di lavoro) e svendute senza chiederne l’ordine, quando servivano oltre che darle in affitto ai lavoratori più poveri, anche ad integrare le pensioni corrisposte dall’INPS.
Questa vergognosa classe dirigente andrebbe sottoposta ad un processo per crimini contro l’umanità e fucilata per alto tradimento. I cittadini italiani si sono svenati (e si svenano) per mantenerli nel lusso più sfrenato mentre questi individui, che si erano assunti la responsabilità di governarlo questo paese, hanno governato esclusivamente i propri interessi privati!
Le sofferenze del popolo italiano sono da addebitare esclusivamente all’idiozia di chi li governa, compresi gli sbarchi di popoli stranieri sulle nostre coste.
Tutte le nazioni colpevoli di queste guerre, che costringono milioni di esseri umani a fuggire dalle loro case per non morire sotto le bombe, o decapitati dai feroci terroristi, (che queste guerre assassine hanno generato), dovrebbero subire un processo per crimini contro l’umanità, oltre che essere costretti ad accollarsi i profughi che hanno privato della loro nazione.

Read Full Post »

LA NOTTE DELLA DEMOCRAZIA

Avere un uomo solo al comando in un paese come l’Italia, dove la degenerazione politica e la malavita organizzata la fanno da padrone, equivale a lasciare le chiavi di casa ad un ladro!
A questo punto si impone l’intervento del garante della Costituzione, per fermare questo vergognoso sfregio della Democrazia, ritenuta un ostacolo verso quella forma totalitaria che si intende raggiungere, lo stesso regime che a suo tempo fu abbattuto con una terrificante guerra mondiale.
Lo abbiamo già dimenticato quanto sia costato in vite umane, l’aver lasciato nelle mani di un solo uomo, il potere dI decidere ogni cosa che riguarda la vita della nazione? Per davvero siamo disposti a ripetere l’esperienza? Non ne abbiamo abbastanza di violenze e abusi di potere, da riproporlo ancora una volta?
Sperare che ad opporsi a questo delitto, siano i parlamentari è pia illusione. Nessuno di questi buffoni detti “onorevoli” ha interesse nel fare qualcosa che non sia finalizzato al proprio personale tornaconto e pur di continuare a tenere il proprio fondo schiena sulle poltrone e vivere a sbafo e alla grande sulle spalle della classe lavoratrice, non sarà mai disposto a far cadere questa sconcia accozzaglia. Dunque questi poveri cittadini sono destinati nuovamente a perdere la libertà, a subire violenze, sottomissione e terrore, oltre che veder trascinare al disastro economico, morale e civile quella che è la più bella nazione del mondo?
Purtroppo ci si dimentica che oltre a questa ridicola banda di arroganti, di incompetenti arruffoni, esiste un partito (che in realtà risulta essere il primo votato dagli italiani) ma che tutti a cominciare proprio dalle massime cariche dello Stato, gli stessi politicanti, dal potere finanziario (che è il vero padrone) e dalla stampa (serva del governo di turno) è come se fosse del tutto inesistente. Inascoltati, denigrati, sbeffeggiati e classificati come antipolitici, quando i veri antipolitici sono proprio coloro che nascondendo quel che realmente vale questo Movimento, si rendono complici del degrado e della degenerazione politica di questo paese. Certo il Movimento Cinque Stelle con la sua fisiologica onestà, è per questa gente come l’acqua santa per il diavolo. L’onestà fa paura a chi ignora persino cosa sia. Se con l’arrivo del Movimento questa gente non può più depredare la nazione e sottomettere i cittadini, diventa per essi di vitale importanza disintegrarlo con qualsiasi mezzo. Sono inaccettabili le parole onestà, moralità, rispetto per chi intende continuare ad arricchirsi, calpestando i diritti della classe più debole.
Dobbiamo dunque rassegnarci a vivere in una non-democrazia, come si prefigge questo regime plebiscitario di minoranza, dove con un terzo dei voti si controlla il parlamento manu militari, si nominano tutti gli organismi di garanzia, si domina la tv di Stato, insomma si fa come ducetto comanda? Purtroppo da lor signori questa forma di abuso viene definita “moderna genialità strategica”.
Quando si deciderà questa popolazione ridotta a larve umane a reagire con un azione “politica” di massa?

Read Full Post »