Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2016

SIAMO ALLA DITTATURA GLOBALE?
Ascoltare quella sottospecie di “giornalisti” ripetere a pappagallo frasi fatte, (che qualche sprovveduto non sapendo che dire aveva sparato tipo “il popolo ragiona con la pancia” e poi ripetute come un mantra dai vari scribacchini privi di fantasia) provocano il vomito.
Le balle che ci propinano tutto il giorno contro il brexit rivelano quanto siano superficiali e falsi. Nessuno si sarebbe schierato contro l’Unione Europea se non si fosse trattato di una “unione di banchieri” nata per derubare i cittadini. Una 2unione” del tutto simile alla mafia: entrambe sono associazioni per delinquere e mentre quella originale usa la lupara per uccidere chi intralcia i propri affari, la copia uccide per fame migliaia di innocenti.
Certo che per le cosche del potere è intollerabile che un popolo mostri dignità e non voglia più essere considerato come una vacca da mungere. E’ comodo per chi da questi abusi trae profitto sputare contro gli anziani e contro i poveri disoccupati colpevoli di aver detto “NO” alla loro feroce sete di potere. Vengono i brividi a sentire questi luridi razzisti!
La ragione per cui i giovani inglesi vogliono restare nell’unione è perché non hanno esperienze per capire dove questa unione li sta portando, ma quando apriranno gli occhi e vedranno che questa unione era un calcolo economico e che di loro non gliene frega un tubo, apprezzeranno la saggezza di chi si è opposto. Fa vomitare la propaganda scatenata contro chi si è permesso di votare no e il ritenere ignoranti e incapaci i vecchi è la dimostrazione di quanto sia scesa in basso la classe dirigente.
La vera “Unione Europea” nacque a Comiso negli anni 80 quando i giovani di tutta Europa piantarono le tende in quella cittadina per lottare insieme ai cittadini contro l’istallazione di missili nucleari che gli USA intendevano piazzare in quella base militare. Per mesi e mesi questi coraggiosi ragazzi rimasero a dormire sotto le stelle e fino a quando gli americani furono costretti a rinunciarvi.
L’Unione Europea era quella del G8 di Genova quando sempre i giovani di tutta Europa raggiunsero Genova per dire NO alla globalizzazione. Quei No-Global sapevano che si voleva globalizzare la miseria del novantanove per cento della popolazione e l’arricchimento feroce dell’uno per cento di criminali e questi spergiuri li hanno lasciati torturare per favorire la nascita di questo moderno nazismo. E’ quella di Comiso e di Genova l’Unione Europea che vogliamo, una unione nata dalla solidarietà per la difesa dei diritti dei cittadini non la dittatura globale che stanno creando. Quei gloriosi giovani di allora sono i vecchi che questi esseri spregevoli stanno disprezzando! Quei vecchi ancora ricchi di intelletto e dignità contrariamente a loro.
Dovremmo chiedere a questi “sapientoni” se per davvero ritengono un bene che i manager e le caste debbano guadagnare mille volte il salario di un operaio, se la diseguaglianza sia davvero una risorsa, se è questo il progresso che serve per migliorare la società civile e se per davvero è la Democrazia ad ostacolare la crescita per cui è indispensabile cancellarla ed imporre il regime finanziario che cancellerà per sempre la parola Libertà dai vocabolari.

Read Full Post »

FINIRA’ ANCHE PER NOI QUEST’INCUBO!
Ma quanti milioni danno a queste serve per farle vomitare stronzate in televisione? Queste troje dell’informazione (non è troja chi vende il proprio corpo, quelle fanno male solo a sé stesse) ma chi per soldi si vende.
Sentirli vantare l’Unione Europea di averci salvati dalle guerre quando questa “Unione” è nata il 1° novembre 1993 mentre la seconda guerra mondiale era finita cinquant’anni prima (maggio 1945) e senza di loro questo continente viveva in santa pace. La società europea era ricca non solo economicamente ma in cultura, nelle arti, nella medicina, nel commercio e la qualità di vita dei cittadini migliorava di giorno in giorno. Tutti o quasi avevano un lavoro fisso che consentiva una vita dignitosa e senza alcun problema per il futuro. Tutti i ragazzi avevano la possibili di studiare e prepararsi un avvenire sereno. Purtroppo l’entrata in quella sorta di lager (tutt’altro che unione) ha dimezzato di netto stipendi e pensioni, cancellato i diritti acquisiti, privato i cittadini del lavoro e quindi del futuro, costringendo i giovani a fuggire lontano. Questa Europa nata dalla feroce sete di potere di un gruppo di criminali, capaci di ingannare i ridicoli (o disonesti) capi di Stato, con la favola che stavano realizzando il sogno dei padri fondatori, quando in realtà intendevano saccheggiare delle sue ricchezze la ricca Europa e la rinuncia alla sovranità politica ed economica delle nazioni (per sottometterle nelle mani dei banchieri) ne sono la prova provata!
Negare l’evidenza è il vero compito dei media, traditori della nobile professione per vile tornaconto. Come si può negare la distruzione della classe media e l’impoverimento di tutti gli altri? E’ stata fermata la crescita riportando indietro di duecento anni la società civile. E questa gente ci viene a dire che questi criminali ci avrebbero salvati dalle guerre? Si dovrebbero sparare! Cosa sono le bombe sull’Afganistan, l’Irah e la Libia tanto per citarne alcune? Cosa sono missioni di pace? Perdio ci manderei tutti loro in quelle città a godere di questa pace!
La verità è che vi state cacando addosso per la paura. Siete terrorizzati che vi finisca la pacchia. E smettetela con quella cazzata che il popolo ragiona con la pancia, voi con cosa ragionate? Stando ai fatti dovremmo dire col culo!
I cittadini posseggono ancora un cervello e ragionano con quello al contrario di voi che ve lo siete bevuto! Statene certi prima o poi tutti ci riapproprieremo della nostra sovranità e voi sarete giudicati da un tribunale internazionale, per crimini contro l’umanità.

Read Full Post »

SARA’ L’APOCALISSE DEI POPOLI O DEI BANCHIERI?
Oggi che finalmente un popolo alza la testa e dice basta a questa che è tutt’altro che una “unione” i Cassandra continuano a predire chissà quale apocalisse si abbatterà contro chi si è permesso di uscire dalla gabbia.
Perché non ci dicono chi ci guadagna da questa “unione” se i popoli o le banche mondiali? Sono stati i cittadini ad impoverirsi, a licenziarsi a rinunciare ai propri diritti? A svendere la sovranità politica ed economica della propria nazione e trasformare un continente civile in un campo di concentramento?
Ma quanto li pagano questi quaquaraquà per farli sputare tante stronzate? Perché non spiegano cosa c’è di peggio di quello che è accaduto ai lavoratori con l’entrata in questa “Europa”? Ma per davvero credono di aver a che fare con dei deficienti? Come reagirebbero loro se accadesse il contrario, ossia una Europa che si accanisse contro le caste privandole di tutti i privilegio e di quel che posseggono, la sosterrebbero come fanno adesso?
Ma si rendono conto che dare alle banche la possibilità di creare denaro equivale ad affidare ai pedofili la protezione dei bambini? Si rendono conto che le banche sono degli usurai legalizzati che in cambio di carta stampata si prendono beni veri e reali quali immobili, opere d’arte e qualsiasi cosa di valore? Si rendono conto in quali condizioni hanno ridotto i cittadini europei? Il danno arrecato alla classe lavoratrice riportandola indietro di secoli? Con quale coraggio osano criticare chi si ribella? E con quale coscienza continuano a porre il mercato al di sopra degli esseri umani? Se la popolazione si rendesse veramente conto di quel che le stanno facendo, riempirebbe le piazze di ghigliottine come e più di quel che fecero i francesi nel 1789.
Tutti avremmo condiviso una Europa fondata sul rispetto dei cittadini, sul miglioramento della società civile, sulla parità dei diritti, una Europa a dimensione umana che punisse chi si arricchisce dallo sfruttamento dell’uomo sull’uomo invece che incentivarlo.
Purtroppo l’Europa creata dalle caste è tutt’altra cosa, essa nasce con lo scopo di spostare la ricchezza prodotta nelle mani di pochi, schiavizzando i molti e non è questa l’Europa che vogliamo!
Finora abbiamo ascoltato solo il parere della classe dirigente, nessun giornalista si è degnato di farci ascoltare il parere di un operaio, di un impiegato, di un disoccupato o di un pensionato, per cui ancora una volta la storia che raccontano è a senso unico. Nessuno osa dire le ragioni vere di questo referendum e cioè che si è trattato di una scelta: il mercato o la Democrazia. Il popolo inglese ha scelto la Democrazia ripudiando la tirannia della Troika, la sottomissione alle multinazionali, alle banche e all’austerità a senso unico: il salariato sempre più povero e loro sempre più ricchi!
Questa Europa è un incubo per la classe lavoratrice e l’idea del Movimento 5 Stelle di poterla cambiare dall’interno è pura utopia. Questa “unione” nasce per favorire i mercati e distruggere i diritti. Purtroppo unisce i cittadini solo nella miseria e nella sofferenza e le vergognose bugie di un “nazionalismo” ne impediscono la ribellione.

Read Full Post »

MEA CULPA
Il PD deve fare mea culpa altro che meravigliarsi per aver perso su tutta la linea. Ma cosa si aspettava dopo aver rinnegato le sue origini, aver tradito la classe lavoratrice, dopo aver cambiato pelle pur di rimanere al potere? Per davvero ha creduto che i cittadini fossero del tutto lobotomizzati e non se ne sarebbero accorti? E come poteva essere dopo aver perso il lavoro, ogni diritto acquisito ed essersi ritrovati schiavi dei “padroni” e costretti ad elemosinare un giorno di lavoro anche sottopagato, rivolgendosi addirittura al rinato caporalato? Come potevano non accorgersi del tradimento dopo averli riportati indietro di secoli e in condizioni persino peggiori del dopoguerra? Come potevano non capirlo quando non riuscendo più a nutrirsi, a curarsi dalle malattie, a far studiare i propri figli, molti di essi si suicidavano? Come potevano non capirlo dopo l’invasione di disperati (che la ferocia di una super potenza e una vergognosa Europa li stava sterminando per derubarli delle loro ricchezze) scaricando le conseguenze su questo paese, divenuto il cesso del mondo per colpa anche della vostra incapacità e mancanza di dignità? Come potevano non accorgersene se ogni giorno diventavano più poveri e vedevano voi sempre più ricchi e arroganti? Come potevano non accorgersene se invece di curare gli interessi dei cittadini curavate quelli delle caste? Avete fatto del governare un sistema per arricchirvi. Avete cambiato le regole ad uso e consumo del partito, se non addirittura personale. Vi siete cuciti addosso una legge elettorale per escludere i cittadini dal diritto di scegliere da chi far dirigere il proprio paese. Vi siete arrogati il diritto di sfasciare la Costituzione quasi fosse un regolamento di condominio. Avete calpestato anche la vostra dignità nel firmare ogni contro-legge per favorire un grottesco ducetto, quando era stata combattuta una guerra mondiale per liberarci da un duce! Avete con lucida vigliaccheria permesso la distruzione della classe media e l’impoverimento di tutti gli italiani. Vi siete sputtanati nel far credere che la colpa era di una crisi, che sapevate essere provocata allo scopo di portare anche la società italiana ai livelli di terzo mondo. E non venite a dirci che non potevate fare nulla per aiutare i poveri lavoratori, fosse vera questa bestemmia non avreste salvato le ricche banche, alzato piedistalli a schifosi manager e favorito le multinazionali.
Ora se vi fosse rimasto un briciolo di dignità cambiereste mestiere, liberando questo paese dalla vostra triste presenza!

Read Full Post »

LA STORIA NON FA TESTO?
Tuttora siamo convinti che sostituendo i politici disonesti e incapaci con personaggi onesti e intelligenti si volti pagina e si cambi in meglio la vita dei cittadini, ma le cose non stanno esattamente così. Oggi i governi non hanno alcuna voce in capitolo, sono al servizio di “poteri forti”, cui devono obbedire come scolaretti. Se anche avessimo come capo di governo la persona più onesta della terra, il giorno successivo verrebbe messo dinanzi ad una scelta: o accettare miliardi e miliardi di euro per obbedire agli ordini o in caso contrario, essere seppellito con tutta la sua famiglia.
Cosa faremmo noi al suo posto?
Ancora non abbiamo capito di trovarci dinanzi alla più feroce dittatura che mente umana possa immaginare. A questo punto poniamoci una domanda: se noi ci fossimo trovati in Germania nel 1934 e qualcuno ci avesse informati che Hitler avrebbe bruciato nei forni nove milioni di ebrei, gli avremmo creduto o avremmo chiamato la neuro per farlo rinchiudere? Non ho alcun dubbio che avremmo scelto la seconda ipotesi, eppure tutto questo è accaduto per davvero!
Ebbene quello che accadrà agli esseri umani nei prossimi anni sarà uno sterminio su scala mondiale e dalle dimensioni incalcolabili, dove metà della popolazione di questo pianeta potrebbe essere sterminata non certo nei forni crematori, ma in modo altrettanto drammatico: per fame e malattie. A lor signori bastano tre miliardi di schiavi perché controllarne sei miliardi sarebbe troppo complicato. Vi sembra un ragionamento folle anche questo? Può darsi, ma quello che sta accadendo dovrebbe farci riflettere sui corsi e ricorsi della storia, dovrebbe farci drizzare le orecchie, altrimenti a noi la storia non ha insegnato nulla e le esperienze e la maturità non ci hanno regalato la saggezza, ma solo l’invecchiamento cellulare!
Non ci vuole molto per capire quali siano le intenzioni di questi criminali, basta osservare con più attenzione quello che ci sta accadendo intorno. Basta vedere come i governi non governano più ma eseguono i compiti come scolari, agiscono contro gli interessi della propria nazione per favorire le banche mondiali e non esiste una legge una, che sia favorevole ai cittadini ma tutte, indistintamente tutte, per danneggiarli: svendita dei beni pubblici, fallimento delle piccole e medie imprese, disoccupazione programmata, cancellazione dei diritti, aumenti delle tasse, tagli alla sanità, all’istruzione, agevolazione dei flussi migratori per generare disagi ai residenti, dimezzando in questo modo persino il lavoro nero, rendendo impossibile l’accesso alle case popolari da dividere coi nuovi arrivati ed essere costretti a dormire sotto i ponti, non potendo permettersi una casa. Assistiamo impotenti alla distruzione della nostra meravigliosa agricoltura: grano, riso, olio, frutta e verdura che i nostri coltivatori vengono costretti a distruggere perché si deve favorire l’importazione di prodotti ogm o stracolmi di pesticidi e dannosi alla salute ma sempre per lo stesso motivo: arricchire gli assassini della civiltà.
Tutto questo sfregio (ottenuto con la collaborazione dei governi e dei media) permettono alle banche mondiali e alle multinazionali di diventare padroni del mondo, così la civiltà raggiunta nei secoli per merito dei grandissimi geni come pittori, scultori, poeti, musicisti, architetti, viene distrutta (esattamente come fa l’Isis col patrimonio dell’umanità) ma questi fanno anche di peggio perché riportano al Medio Evo i sopravvissuti all’olocausto e dove malattie, miseria, disperazione e degrado, saranno le sole cose che cresceranno in quello che fu il meraviglioso pianeta della vita.
Se aspetteremo ancora ad insorgere prima che riescano a chiuderci dentro la gabbia da dove non potremo più scappare, sarà cancellata per sempre la parola “Libertà” dai nostri vocabolari!

Read Full Post »