Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2017

BONISMO PELOSO!
Mi piacerebbe sapere perché le forze dell’ordine sono state capaci di uccidere un ragazzino di diciotto anni solo perché andava di corsa a casa avendo fatto tardi: Federico Aldrovandi e Stefano Cucchi perché in possesso di una manciata di droga, mentre si lasciano liberi due feroci criminali che il giorno dopo uccidono torturandolo, Emanuele Morganti. Se la giustizia non fosse un’utopia dovrebbe andare in galera chi invece di incatenarli li ha rimessi in libertà.
Ci auguriamo che i carcerati (più onesti di quei due) la facciano loro giustizia, facendo fare a quei due mostri la medesima fine di quel ragazzino, facendo in questo modo oltre che un favore alle persone per bene, anche quello di togliere un pericolo dalle strade.
Chi è contro la pena di morte è un ipocrita perché trova (logica?) la morte di gente innocente, ma rifiuta quella di mostruosi assassini. Dovrebbero chiedersi se questi mostri avessero ucciso un proprio familiare, se troverebbero giusto pagare le tasse per mantenerli in vita.
Questo ridicolo “perdonismo” inculcato nella testa della povera gente è una piaga per l’umanità e un ingiustizia nei confronti degli onesti. Se ci fosse una legge che recita “chi toglie il respiro ad una persona perde il diritto di respirare” a costoro si darebbe una scelta mentre questi assassini alle loro vittime non lasciano alcuna scelta: li uccidono e basta!
Il perdonismo ha senso solo quando è la vittima a perdonare e nessuno può arrogarsi il diritto di farlo al suo posto. Troppo comodo sarebbe perdonare le offese fatte ad altri, che merito c’è in tutto questo? E cos’è questo peloso bonismo se non una vergognosa esaltazione di sé? Ossia mostrarsi migliori agli occhi estranei?
Se non fosse una falsità non ci sarebbero più guerre, perché non si troverebbe nessuno disposto a sganciare bombe su popolazioni inermi. Nessuno morirebbe per fame perché le risorse andrebbero divise fra tutti. Non ci sarebbero più sbarchi di clandestini perché ognuno rimarrebbe nel posto dov’è nato, non dovendo scappare per fame o per salvare la pelle, che troppo spesso invece si trasforma in cibo per pesci.
Fosse vero questo “bonismo” non ci sarebbe gente che incassa miliardi, lasciando ai lavoratori pochi centesimi. Fosse vera non ci sarebbero fiumi inquinati, aria irrespirabile e terreni che al posto del grano ospitano rifiuti tossici. Non ci sarebbero governi balordi che svendono al mercato i connazionali e le ricchezze comuni per deficienza totale, o meglio per sete di potere.
Perciò tirando le somme sarebbe ora che i cittadini si riapproprino del proprio cervello dove, (per non averlo mai usato) sono cresciute ragnatele e lottare affinché venga ripristinata la Vera giustizia, che è quella di punire i malvagi e proteggere gli innocenti.

Annunci

Read Full Post »

IL BULLISMO MINORILE
Ma come si può continuare a scandalizzarci della ferocia, che certi piccoli mostri usano contro i compagni più deboli chiamandola bullismo, quando si tratta di vero e proprio crimine? Dunque questo “bullismo minorile” (crescente fra gli umanoidi che si continua ad identificare come “ragazzi” quando sono degli ibridi geneticamente modificati da malformazioni) non può essere combattuto perché commesso da minori? E cosa si sta aspettando a riaprire il carcere minorile dove il rispetto verso il prossimo verrebbe imposto e obbligato, visto che né i genitori né la scuola sono all’altezza di farlo? Vi siete mai chiesti signori preposti a farle rispettare le leggi, se adesso che sono minori arrivano a torturare un compagno cosa potranno fare da grandi, se non si prende un provvedimento serio adesso?
Ma come funziona questo paese? Si portano via i figli a genitori poveri o disoccupati e si lasciano a chi è incapace di educarli?
Lasciandoli impuniti con la scusa che sono minori, equivale a dare loro il permesso di continuare a delinquere se non addirittura giustificarne i crimini, divenendone complici.
A tutti quelli che storcono la bocca blaterando la scusa che la deterrenza non ferma i crimini, dovrebbero dimostrarlo nei fatti quanti ne ferma la non deterrenza!
Questa colpevole sottovalutazione da parte di tutti ma soprattutto da chi è preposto a far rispettare la legge, la giustizia, la libertà, la logica, la moralità (ossia le regole del vivere civile acquisite in secoli di storia) sta riportando l’essere umano alle origini, a fargli rimettere la coda e ritornare scimmie, come molti di essi sono rimasti!
Questo osceno lassismo da parte delle istituzioni sta creando un mondo invivibile, un vero e proprio inferno dove nascere diventa un castigo e forse è anche per questo, che gli italiani intelligenti evitano di procreare, per risparmiare ai propri figli sofferenze e abusi da parte di questi degenerati cannibali (dis)umani!

Read Full Post »