Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 9 agosto 2017

DOPO ENRICO MATTEI IL NULLA
La cosa più umiliante per i cittadini italiani è di avere alla dirigenza del proprio paese dei servi immorali ed incapaci, con dei cosiddetti ‘giornalisti’ che senza aver mai messo piede in Venezuela, osano ripetere a pappagallo le balle inventate dai veri dittatori del mondo: gli Stati Uniti d’America. Una Unione, nata dallo sterminio di una razza che crea dittatori ovunque per poi, con la scusa di difendere la popolazione dal robot di turno, scatena guerre,
arricchendosi col sangue di milioni di cittadini innocenti. I servi italiani per schifoso opportunismo si schierano dalla sua parte, piuttosto che combatterli nel nome della Giustizia e Libertà che tanto si vantano di perseguire. Chissà per quale scherzo del destino l’Italia non ha mai potuto vantare un governo, che avesse a cuore il benessere della propria nazione. Fin dalla fine della seconda guerra mondiale, i governi di questo paese si sono spesi nell’interesse di quella nazione straniera, fregandosene dei danni arrecati al popolo italiano, arrivando addirittura a macchiarsi la coscienza del sangue dei cittadini di Portella della Ginestra, per obbedire agli assassini dell’umanità. Ma non basta, arrivano a far saltare l’aereo del solo uomo di Stato intelligente e onesto che si batteva per il bene dell’Italia: Enrico Mattei. Dalla morte di Mattei l’Italia è rimasta orfana, senza più nessuno che si prendesse cura di lei. I governi che via via si alternavano alla “distruzione” della nazione più bella del mondo, oltre che curare gli interessi degli stranieri si accordavano anche con le mafie, senza muovere un dito per proteggere i suoi figli migliori (Falcone, Borsellino, Della Chiesa e decine di servitori dello Stato, colpevoli di praticare la giustizia). Ma non basta, si arriva addirittura a promuovere stragi di innocenti cittadini nelle piazze, sui treni e anche su un aereo di linea sempre agli ordini del macellaio di turno. Sempre per favorire gli interessi di questi demoni, si sbracciano nel promuovere la “globalizzazione” messa in atto dalle banche mondiali e multinazionali e senza vergogna si ordina la tortura dei ragazzini che dormivano in una scuola, dopo aver partecipato alla contestazione (No Global) contro questi squali, ottenendo così la cancellazione dell’ultimo ostacolo, al più terrificante crimine contro l’umanità, che va sotto il nome di “globalizzazione”. E’ stato globalizzato il male: cancellate tutte le conquiste civili ottenute dalla popolazione mondiale, azzerati i diritti civili, schiavizzata la classe lavoratrice riportata indietro di secoli, ma non finisce qui, il futuro delle prossime generazioni sarà l’inferno, dove pochi Lucifero spadroneggeranno su milioni di schiavi in catene. Se i nostri padri avessero fiutato le intenzioni di questi moderni “dei” di sicuro avrebbero scatenato la terza guerra mondiale e distrutto per sempre questa casta!

Annunci

Read Full Post »