Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2011

Sento la necessità di parlare di un documentario “Falsos Positivos” girato da un coraggioso giornalista indipendente italiano e ne sono rimasta sconvolta. L’autore del documentario Simone Bruno venuto a conoscenza di fatti gravissimi che stavano avvenendo in Colombia e tenuti segreti sia dal governo colombiano che dagli Stati Uniti, a conoscenza da anni di questo orrendo massacro, ha voluto saperne di più e mettendo a rischio la propria vita, insieme ad un amico Dado Carillo, hanno documentato di nascosto e in pochi giorni, quel che la polizia di stato stava facendo alla popolazione colombiana. Ragazzi attirati con la scusa di offrirgli un lavoro venivano uccisi e spacciati per guerriglieri in cambio di premi o di avanzamenti di carriera. I ragazzi assassinati sono più di duemila. Questo documentario ha ricevuto il premio della critica al Genova film festival, premio della critica all’Arcipelago di Roma, finalista al Bellaria film festival e “Hai visto mai” di Zingaretti, oltre una trentina di riconoscimenti nei vari festival mondiali. Promuovono il documentario Libera, Amnesty, Human rights watch nelle loro reti. Invito tutti ad appoggiare la stampa del DVD originale del documentario. Grazie. ihttp://www.kickstarter.com/projects/1659314214/falsos-positivos-the-Salve a tutti

Abbiamo deciso di provare Kickstarter per finanziare la stampa di un DVD ufficiale di Falsos Positivos con dei contenuti extra.

Kickstarter è un social network che ha come scopo quello di finanziare progetti.
Se in un determinato periodo di tempo (60 giorni nel nostro caso) il finanziamento minimo è raggiunto (3.500 nel nostro caso) il progetto è approvato.
In caso contrario il progetto fallisce e nessuno paga niente.
Potete aiutarci con un minimo di $ 1, ma per ricevere una copia DVD l’impegno minimo è di 10.
Se volete contribuire oltre, riceverete altri benefici (come al solito in Kickstarter).
Se il progetto viene approvato come prima cosa invieremo le copie a tutti coloro che ci hanno aiutato in Kickstarer e poi costruiremo una pagina web per le vendite on-line degli altri DVD.
Tutto il denaro in eccesso finanzierà il nostro secondo documentario, sempre girato in Colombia tra pochi mesi.

Grazie a tutti.

Annunci

Read Full Post »

LE NONNE ITALIANE
Sentire nelle interviste delle vecchie nonne difendere a spada tratta un sozzone corrotto e vizioso, fa venire il vomito. Dove sono finite le vecchie nonne che ci insegnavano l’educazione, il rispetto, la dignità? Dove sono le anziane signore dal viso segnato dagli anni, dalle esperienze che per noi rappresentavano un esempio? Nonne belle di quella bellezza interiore che il tempo non può cancellare. Donne vere, orgogliose della loro vita di sacrifici e fiere di non esser mai scese a compromessi. Dove sono finite le nonne che ci raccontavano storie e ci insegnavano i valori veri, che ci additavano i pericoli, che ci prendevano per mano quando non sapevamo che fare, che ci rimboccavano le coperte quando eravamo malati? Dove sono quelle braccia amorose che ci consolavano dei nostri primi dispiaceri d’amore? Dov’è finita la saggezza dovuta anche all’età?
Le nonne!
Oggi le nonne sono diventate una mostruosità della natura, sono vecchie e si sentono bimbe, a volte più degli stessi nipotini. Somigliano a bambole di plastica, finte nei gesti e nei comportamenti, incapaci di rassegnarsi all’età, poveri stracci consunti che nessun trattamento cosmetico riesce a nascondere, mummie viventi, senza sogni, senza rimpianti, senza pudore o vergogna di niente. Non sono giovani, non sono vecchie, non sono nonne e non sono più mamme, poverette! Hanno perduto la bussola e vivono sospese nel nulla. Che pena!
E’ mai possibile che un governo, benché immorale, sia riuscito a contagiare un Paese ricco di storia, di tradizioni, di civiltà? Possibile che si è arrivati a ritenere lecita ogni più turpe azione? Che sia riuscito a cancellare ogni dignità ad un popolo orgoglioso e onesto per tradizione? Possibile che l’esempio di corruzione di un governo possa produrre danni così irreversibili? A quanto risulta è possibile. Ma dov’erano i politici che dovevano opporsi? Dov’era l’opposizione composta da centinaia di persone stipendiate con milioni di euro per tenere a bada il governo e proteggere la popolazione? Perché invece di opporsi rischiando anche impopolarità, non lo hanno fatto permettendo così ad un governo infame di distruggere il proprio Paese? Hanno permesso la distruzione del lavoro con quell’oscena cosa che chiamano precarietà, mentre essi sono fissi a vita. Dov’erano quando la differenza tra lo stipendio di un lavoratore e il proprio aumentava in modo criminale? Cosa hanno fatto di più e di meglio di un operaio metalmeccanico per guadagnare in un mese quel che un lavoratore guadagna in un anno? E adesso che il nostro Paese è precipitato in un baratro con quale coraggio vengono ancora a chiedere i nostri voi? Sono colpevoli tutti e tutti devono cambiare mestiere. Tutti coloro che in questi ultimi venti anni si sono occupati di politica devono andarsene, non sono degni di fare politica! Solo cacciandoli tutti riusciremo a risollevare la nazione dal declino morale ed economico cui è stato gettato. Solo senza questa inetta e degenerata classe politica l’Italia si può riappropriare della dignità e del decoro che le è stato tolto.

Read Full Post »

DOVE STIAMO ANDANDO?
Dov’è andata a finire l’umanità che distingueva gli uomini dagli animali? Quel che è accaduto in quella scuola di Fossalta di Piave è la dimostrazione che gli uomini non sono più “umani” ma stanno tornando alle origini. Si nega il pranzo ad una bimba di soli quattro anni che non ha soldi per pagarlo, si minacciano le insegnanti e le bidelle che a turno, rinunciano al loro pasto per darlo alla piccina, sfregiando così anche quello spirito di solidarietà, che era una dote naturale della popolazione italiana. Si calpestano persino gli insegnamenti di quel Cristo Gesù che ci diceva “Avevo sete e mi avete dato da bere, avevo fame e mi avete sfamato. Ogni cosa che avete fatto anche al più povero dei miei fratelli, lo avete fatto a me”. Quel sindaco e il direttore di quella scuola hanno cancellato in un sol colpo, duemila anni di storia. Questa brutta pagina non è soltanto vergognosa per chi l’ha scritta ma getta vergogna su tutti noi. Vorrei chiedere al Presidente del Consiglio, che dice di aiutare chiunque si rivolga a lui, se non basta questa cosa a smentirlo. Un uomo che regala migliaia di euro a baby prostitute per farsi allietare le serate e non si accorge di bambini umiliati nella dignità, emarginati non solo dalla miseria ma anche dalla cattiveria del prossimo, dalla spregevole sopraffazione di chi è stato incaricato, certamente non per merito, ad occupare posti in cui non sono degni di stare. Quella bambina si porterà addosso per sempre questa violenza. Mi chiedo in nome di cosa e con quale diritto questi esseri, si permettono di rovinare una creatura meno fortunata di loro e chiedo al Presidente del Consiglio, se contrariamente da ciò che appare, è per davvero l’uomo che dice di essere, di dimostrarlo nei fatti perché le parole non bastano, la bontà si concretizza solo aiutando chi davvero ha bisogno di essere aiutato, la bontà non è uno scambio di favori e non ha bisogno di propaganda. La bontà è un sentimento non uno spot pubblicitario. Essere buoni significa solidarietà, comprensione amore verso il prossimo ma anche colpire chiunque si permetta di offendere un fratello, di approfittarsi del fratello più debole, di sfiorare un bambino non solo fisicamente ma anche nella dignità. Un bambino è un tesoro unico e incalcolabile e niente e nessuno mai, deve permettersi di ferirlo. Abbiamo condannato i nazisti che ritenevano i disabili indegni di vivere e noi lo facciamo con i poveri?
Chiediamoci dove questa società di forsennati ci sta trascinando e perché permettiamo che fatti così abominevoli possano accadere. Se ancora in noi è rimasto un briciolo di umanità, di amor proprio, di orgoglio ribelliamoci, alziamoci in piedi e solleviamo dalla terra le nostre mani ancora troppo in basso per non chiamarle zampe. Solleviamo la nostra schiena curva e teniamoci rItti su due gambe per diventare UOMINI DAVVERO!

Read Full Post »